Va messo in evidenza che esistono due tipi di detrazione che spesso si confondono e sono il Bonus ristrutturazioni e l’Ecobonus.

Mentre per il Bonus Ristrutturazioni si tratta di una detrazione fiscale, per l’Ecobonus si parla di incentivo e vi è richiesta obbligatoriamente l’efficienza del prodotto.

Noi in questo caso ci occuperemo della Ristrutturazione con detrazione fiscale.

Bonus ristrutturazioni 2019

Quali sono i vantaggi?

il beneficio consiste nella detrazione IRPEF del 50% con limite massimo di spesa di 96.000 euro
E’ inoltre prevista una detrazione IRPEF anche nei casi di di acquisto di fabbricati ristrutturati ad uso abitativo.
Mentre per gli interventi di adozioni di misure antismiche le detrazioni possono arrivare fino al 70-80% per spese sostenute fino al 31/12/2021

Quali sono gli interventi ammessi?

La lista degli interventi che danno diritto alla detrazione è lunga. Si va dalla manutenzione straordinaria dei signoli appartamenti a quelli di manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni dei condomini fino alla ricostruzione o ripristino degli immobili danneggiati dagli eventi sismici.
Inoltre hanno diritto alla detrazione i lavori di realizzazione di Box o posti auto, opere finalizzate all’eliminazione di barriere architettoniche, l’acquisto di porte blindate, vetri antisfondamento, grate alle finestre, impianti di allarme e videosorveglianza, impianti fotovoltaici.

I NOSTRI PRODOTTI
Noi di Dimensione Edilizia forniamo tutti i materiali edili per le opere ammesse al Bonus.
Pavimenti e rivestimenti >>
Arredo bagni e sanitari >>
Termoarredi, Camini Stufe e Forni >>
Porte e Finestre >>
Materiali Edili >>
Ferramenta >>

Chi può usufruire del Bonus Ristrutturazioni?

L’agevolazione spetta a chi sostiene la spesa quindi non solo a chi è proprietario, ma anche all’inquilino, comodatario o familiare convivente.
Per usufruire della detrazione è necessario pagare le fatture dei lavori con bonifico bancario o postale. Da cui deve risultare la causale del versamento, il codice fiscale di chi paga, il codice fiscale o la Partita Iva di chi effettua i lavori.
Importante ! Qualora le norme di sicurezza di cantiere lo prevedano, va comunicato alla USL l’inizio dei lavori prima del loro avvio. Inoltre acquisire le autorizzazioni e concessioni eventualmente richieste dalle norme edilizie.
Tutti le informazioni riportate provengono dal sito ufficiale dell’Agenzia dell Entrate.